La retta di soggiorno

divider1

L’importo della retta giornaliera di soggiorno dovuta dall’ospite e/o dal delegato, al netto del contributo regionale per i posti letto è la seguente:

  • Camera singola 80,00 €
  • Camera doppia 70,00 €

Servizi inclusi

  • Fisioterapia secondo la prescrizione del medico o del fisiatra della struttura;
  • Servizio parrucchiere: un taglio e/o piega al mese (eventuali richieste aggiuntive sono a pagamento secondo il listino presente in reception)
  • Lavanderia della biancheria piana dell’ospite e della biancheria intima
  • Podologo: un intervento al mese (eventuali richieste aggiuntive sono a pagamento secondo il listino presente in reception)

Servizi esclusi

  • Lavanderia del vestiario personale dell’ospite. Chi volesse attivare il servizio di lavanderia può farne richiesta in reception. Il costo è di 2 € giornalieri
  • Telefonate: addebitate al costo in funzione delle chiamate effettuate
  • Visite specialistiche, ambulatoriali, esami di laboratorio se in aggiunta a quelli prescritti dai medici di struttura (fatturazione della prestazione e relativo pagamento da concordarsi direttamente con lo specialista prescelto)
  • Trasporti in ambulanza non urgenti (fatturati in base al listino prezzi del D.G.R. VIII/2470/06 del 11/05/2006)
  • Farmaci, ausili per la gestione dell’incontinenza (pannoloni, cateteri, ecc.), presidi per la prevenzione e cura delle lesioni cutanee da decubito, quando prescritti e non rientranti nei criteri di esenzione del S.S.N.

Deposito cauzionale

L’ospite e/o il delegato sono tenuti a versare alla Direzione, al momento dell’ingresso in Struttura, un DEPOSITO CAUZIONALE INFRUTTIFERO di importo pari ad una mensilità (30 giorni) della retta di soggiorno, a garanzia dell’adempimento di ogni obbligazione scaturente dal contratto di inserimento. Tale deposito verrà interamente restituito entro 20 giorni dalla data di dimissione dalla struttura.
Si informa che il corrispettivo della retta giornaliera potrà subire, nel corso del soggiorno, delle modifiche o adeguamenti con preavviso minimo di 30 giorni.

Detrazioni fiscali

Secondo le disposizioni previste dal DGR 26316 del 21/03/1997, verrà determinata la parte sanitaria della retta al fine di consentire la deduzione o la detrazione fiscale. La disciplina fiscale prevede espressamente che, in caso di ricovero di un anziano o di persona con invalidità civile riconosciuta o con handicap, non sia possibile portare in detrazione o deduzione l’intera retta pagata, ma solo la parte che riguarda le spese mediche e le spese paramediche di assistenza specifiche e, a tal fine, viene rilasciata su richiesta all’ospite una Dichiarazione composizione retta (“cedolino”), riportata in Allegato D della Carta dei Servizi.